samba

Apache & webDAV + Samba. Just for fun!

UPDATE: ho finalmente risolto i problemi legati all’ autenticazione degli utenti. Ovviamente ho problemi legati all’ autenticazione dei client Windows, ma è un problema noto e relativo proprio ai clients di Microsoft.

Ieri notte non riuscivo a prendere sonno e tra i mille pensieri classici ho pensato a un sistema per poter accedere al file server in ufficio da una postazione remota qualsiasi.

Fino ad oggi ho utilizzato sftp, ma incontravo alcuni problemi:

      1) non è il massimo della trasparenza e non è assoltamente a prova di utonto;
      2) dovevo provvedere a spostare i files caricati dalle varie homes verso le shares corrette, con un occhio di riguardo ai permessi

Visto che le shares sono accessibili (in sola lettura) via web tramite Apache, ho pensato che la soluzione migliore è WebDAV. Samba utilizza l’ utente di Apache e le shares sono definite come aliases del server web e via dicendo.

Al momento ho grossi problemi (credo mentali) con l’ autenticazione degli utenti sia da parte dei client Windows che per quel che riguarda directory per cui è prevista l’ autenticazione degli utenti (via .htaccess).

Qualche idea?

Ubuntu: guida rapida alla configurazione del server Samba

samba-logo-v1Questa brevissima guida ha l’ obiettivo di guidare alla configurazione del server Samba per la distribuzione Ubuntu GNU/Linux, anche se la procedura è del tutto simile per qualsiasi altra distribuzione (a parte l’ installazione vera e propria dei pacchetti). Sulla falsa riga di quella relativa all’ ambiente LAMP, le istruzioni sono semplici e lineari: per dettagli ed approfondimenti vi rimando alla smisurata letteratura sull’ argomento.

Di seguito vedremo come configurare il server Samba per creare una condivisione pubblica: accessibile in lettura e scrittura a tutti i client della rete locale, quindi.

UPDATE: corrette alcune incongruenze nella scelta/uso del nome utente, inseriti parametri di sicurezza per la creazione dell’ utente.
Continua a leggere