Tecnologia

Google Mobile Transcoder: ricerca di contenuti a prova di cellulare

Leggendo il blog ufficiale di Google vengo a conoscenza di una applicazione molto interessante per chi utilizza il proprio cellulare come browser, ma anche per chi sviluppa siti web orientati alla navigazione mobile.

[fa:p:id=302316593,j=l,s=s,l=p]
Ecco come appare il sito da noi scelto, accedendovi dalla pagina dei risultati

Si tratta di Google Mobile Transcoder, il classico servizio di ricerca offerto da Google accessibile ai browser web con una importante caratteristica per chi utilizza dispositivi mobile per navigare (cellulari, PDAs, ecc…): andando a visitare i risultati delle nostre ricerche, il Transcoder le convertirà per noi in pagine digeribili e navigabili da parte del nostro cellulare. Il tutto in maniera trasparente. I vantaggi pratici per gli utenti, e per gli sviluppatori mi sembrano evidenti.

Notefish: il web come un taccuino

1265245847Girovagando qua e la nel web mi sono imbattuto in un sito internet davvero interessante, si tratta di Notefish.

Lo scopo del sito consiste nel fornire un block-notes interamente digitale e basato sul web per raccogliere ed organizzare il frutto delle nostre ricerche online. In poche parole una volta creato il nostro account su Notefish ed installata una estensione per il nostro browser preferito (Firefox o IE) potremo utilizzare dei semplici copia/incolla per memorizzare quel che vediamo a video in un sito all’ interno di un nostro progetto. E’ possibile creare quanti progetto vogliamo, organizzarli in sezioni e sottosezioni e così via.

I nostri progetti normalmente non saranno accessibili pubblicamente, ma possiamo facilmente renderli pubblici, eventualmente proteggerli con una password ed impostare una data di scadenza.

Vi lascio con un progetto di prova, giusto per mostrare le funzionalità di base di Notefish (ho realizzato la pagina dopo aver “studiato il sistema per circa 30secondi).

Pagina di un progetto di esempio con Notefish

Ps.: ho contattato il team di Notefish proponendo loro la possibilità di poter avere a disposizione un feed per poter giochicchiare con i progetti pubblici o privati, non sarebbe male!