gnome

Metacity vs Compiz, abilitiamo il compositing manager!

Avevo letto la cosa qualche tempo fa, mi aveva incuriosito ma poi me ne ero dimenticato: metacity, il estore di finestre predefinito in Gnome è in grado di gestire in proprio il compositing. Quello che ora viene demandato a progetti come compiz, potrebbe in futuro essere implementato direttamente all’ interno di metacity.Già a partire dalla versione di metacity distribuita con Gnome 2.14 il compositing manager era presente nel codice del windows manager. Oggi ho deciso di provarlo sulla mia Debian GNU/Linux versione testing. Continua a leggere

Tracker: integriamo i tags nella ricerca dei documenti

Tracker si sta affermando come pericoloso rivale di Beagle come soluzione per la ricerca all’ interno dei nostri files. Dalla sua parte le migliori performances ed un minor carico per il sistema.

Vediamo rapidamente come installarlo su Ubuntu Edgy e come integrare in Nautilus la possibilità di etichettare i nostri documenti. Attraverso Deskbar potremo quindi effettuare ricerche non solo in base al nome e/o al contenuto di un file, ma anche in base a delle etichette (tags) definite da noi.

Installazione di tracker

Inseriamo nei nostri repositories quelli relativi a tracker

deb http://debs.michaelbiebl.de/ edgy main
deb-src http://debs.michaelbiebl.de/ edgy main

Personalmente preferisco evitare di creare un unico sources.list molto lungo. Utilizzando le `liste` è possibile avere una gestione più razionale dei repositories.
È sufficiente creare il file /etc/apt/sources.list.d/tracker.list ed inserire al suo interno i repositories per inserirli nel database di APT.

Ora recuperiamo la firma digitale dell’ archivio e facciamola riconoscere ad APT

$ wget http://www.michaelbiebl.de/biebl.asc
$ sudo apt-key add biebl.asc

Aggiorniamo il database con apt-get update ed installiamo questi pacchetti:

$ sudo apt-get install tracker libdeskbar-tracker tracker-utils tracker-search-tool

Ora lanciamo tracker:

$ trackerd &

e inseriamolo nei programmi da avviare con la nostra sessione di gnome.

Integrazione di tracker con deskbar

È molto utile poter utilizzare tracker per fare le nostre ricerche direttamente dall’ applet deskbar. Andando nelle preferenze di deskbar selezioniamo le voci `Search for files using Tracker Search Tool` e `Search for files using Tracker(live result)`.

Inserire tags tramite nautilus

Tracker è in grado di effettuare ricerche anche su etichette che possiamo attaccare ad ogni file. È possibile gestire questi tags molto comodamente attraverso Nautilus (il file manager di Gnome) grazie ad uno script in Python.

Per prima cosa dobbiamo installare il supporto a python per nautilus:

$ sudo apt-get install python-nautilus
$ nautilus -q

Ora scarichiamo lo script tracker-tags direttamente dal CVS di Gnome.

Creiamo la cartella che contiene gli scripts python per nautilus e copiamo al suo interno lo script:

$ mkdir ~/.nautilus/python-extensions
$ mv tracker-tags-tab.py ~/.nautilus/python-extensions
$ nautilus -q

Noterete che ora cliccando sulle proprietà di un file all’ interno di Nautilus è comparso un nuovo tab chiamato `Tags`. Possiamo utilizzarlo per gestire i tags che vorremo usare per ciascun file o directory.

Ora possiamo utilizzare Tracker per effettuare ricerche all’ interno dei tags e non solo nel nome o nei metadati canonici dei files! Ecco un esempio di quello che è possibile fare:

Avant Window Navigator ed il supporto a dbus: un esempio.

1Ho letto con grande interesse i recenti sviluppi di Avant Window Navigator, un ottimo dock per Gnome sviluppato sulla falsa riga di quelli implementati per il sistema operativo della Mela.

La prima implementazione che me lo ha fatto gradire ed utilizzare sul desktop è stata quella che ha permesso di aggiungere dei launchers al dock semplicemente trascinando le icone delle applicazioni sulla barra stessa. Da quel momento è in pianta stabile sui miei desktop.

Ieri poi, leggendo il sempre puntualissimo felipe, ho appreso che Neil J. Patel – giovane e attivissimo sviluppatore di AWN, ha implementato il supporto a dbus permettendo così un vero e proprio dialogo tra il pannello e le applicazioni.

La prima implementazione è costituita da un plugin che cambia l’ icona base di Rhythmbox in base alla copertina dell’ album che stiamo ascoltando, ma Neil nel suo blog propone alcune possibili implementazioni *davvero* interessanti!

Ecco il plugin per Rhythmbox in azione sul mio desktop: