debian

Dell PowerEdge T105 arrivato!

Dell PowerEdge T105Il nuovo serverino è arrivato giusto ora, consegnato dal sempre impeccabile servizio UPS.

Giusto il tempo di una rapida controllata, foto di rito e di nuovo nell’ imballo: questa sera, Ubuntu alla mano, parto con l’ installazione.

Tra le altre cose ho letto qui e là di problemi nel rilevamente dell’ interfaccia di rete, una Broadcom Nextreme 5722 Gigabit, il cui supporto dovrebbe però essere integrato nei kernel recenti della serie 2.6.x.

Ad ogni modo, o per chi volesse installare Debian, il sito di Dell propone un CDROM di installazione di Debian (D-I) customizzato e contenente i drivers necessari integrati nel kernel.

Il sito di Dell è: http://linux.dell.com/debian_9g.shtml

Il sito con le immagini custom del D-I Debian Installer è, invece, http://kmuto.jp/debian/d-i/, che contiene immagini di installazione con backports vari, firmwares aggiuntivi, wpa_supplicant, e1000e driver sperimentale. Le immagini dell’ installer sono sia di Etch che di Sarge e le architetture supportate sono x86 e AMD64!

Debian Sid writer2latex e problemi di aggiornamento di OpenOffice

Chi avesse problemi nell’ aggiornamento di OpenOffice a causa dell’ impossibilità di registrare correttamente il componente writer2latex può ricorrere a questo metodo:

# /usr/lib/openoffice/program/unopkg list --shared

Se tra i pacchetti registrati c’è anche writer2latex, è necessario de-registrare il pacchetto esistente prima che l’aggiornamento possa registrare quello nuovo:

# /usr/lib/openoffice/program/unopkg remove --shared org.openoffice.legacy.writer2latex.uno.pkg
# apt-get install -f

Comunità del software libero. So long, and thanks for all the fish.

I propositi per l’ anno nuovo del buon keltik sono semplici:

1) studio di una nuova licenza per questo blog, *molto* restrittiva;

2) nessuna nuova guida ospitata su spazi diversi da questo;

3) riduzione a zero di qualsiasi intervento di aiuto in un qualsiasi forum.

Chi mi conosce sa quanto ho scritto e quanto ho contribuito finora alla comunità. Purtroppo però trovo la nuova generazione di utenti gnu/linux mediamente ignorante, scansafatiche e in contrasto con *tutto* quello in cui ho creduto fin da quando ho incontrato il software libero. Non posso fare a meno di considerare che l’ aver portato gnu/linux alla massa abbia fatto davvero male a gnu/linux che, come mi ricordava qualcuno in qualche mailing-list, dal punto di vista filosofico è una cultura e non un fatto tecnico. Se il lato tecnico (linux) è stato recepito, quello culturale (gnu) latita.

Proprio in questi giorni, riflettendo su episodi che si fanno ogni giorno più frequenti, che mi amareggiano e chi hanno allontanato pian piano dal software libero, ho inserito tra le pagine statiche del blog quella relativa alla cultura hacker. Ricordo perfettamente di averla pensata, scritta, riveduta e pubblicata *insieme* a TheNoise per quel bellissimo “viaggio” che è il wiki di Debianizzati, in perfetto, puro, spirito collaborativo.

Mi piace ricordare qui, al termine del viaggio, chi per me è stato maestro e compagno di viaggio. Penso a Raval e Sbarrax ed alle soddisfazioni e rigore morale di softwarelibero.kuht.it; penso a MaXer, TheNoise, ldonesty, debian, Fra di www.debianizzati.org ed alle scelte prima morali che tecniche che ci hanno accomunato.

Insomma, per parafrasare una frase che ci ha fatto sempre ridere: “‘fanculo me e gli hackers”. Punto e a capo.

Installare KDE4 per Debian GNU/Linux

KDE4 Debian

KDE4 Debian

Leggendo i vari posts di questi giorni relativi a KDE, oggi ho deciso di provare KDE4 con l’ unica distribuzione GNU/Linux che mi dia soddisfazione: Debian!

Sono partito da una installazione via rete normalissima (netinstall) e non ho installato alcun pacchetto superfluo (nessuna selezione di pacchetti aggiuntivi). Appena fatto il reboot, ho aggiornato a Debian Unstable e inserito i repositories “experimental” in /etc/apt/sources.list:

deb http://debian.fastweb.it/debian sid main contrib non-free
deb http://debian.fastweb.it/debian experimental main contrib non-free

A questo punto ho installato Xorg e ho seguito le semplicissime istruzioni disponibili sul sito dei KDE Debian Maintainers:

# apt-get install -t experimental kdebase-workspace kdebase

Possiamo poi aggiungere tutta la serie di pacchetti già pronti elencati nella pagina e fare tutte le nostre prove.

Preso dall’ entusiasmo ho anche installato la versione Git di Compiz Fusion pacchettizzata da Shame (che già mi dà grosse soddisfazione con Gnome+Debian testing) e anche in questo caso è andato tutto liscio!

Nuove guide debian: festival + mbrola e ruby on rails

In questi ultimi giorni mi sono dedicato alla realizzazione di due nuove guide per il wiki di Debianizzati.

La prima riguarda il software text2speech `festival`, un programma che legge per noi in italiano il contenuto dei files. Nella guida si parla anche di come configurare mbrola (un ottimo sintetizzatore vocale).

La seconda guida, invece, tratta dell’ installazione del framework orientato al web Ruby On Rails.

Entrambe le guide sono ancora in fase di stesura.

Installiamo Enlightenment ( e17 ) su Debian Lenny

Sentendo in giro giudizi molto positivi sulla versione attualmente in sviluppo di Enlightenment mi sono finalmente deciso a provarla.

Il sito ufficiale del progetto mette a disposizione i repository per Debian e Ubuntu, ma ho avuto notevoli problemi nell’ utilizzarli vuoi per i links interrotti, che per alcuni problemi relativi alle dipendenze stesse.

Mi sono quindi orientato sulla compilazione di e17 a partire direttamente dai sorgenti CVS del progetto, resa molto semplice grazie ad uno script realizzato da Morlenxus ed alla bella guida scritta da Rui Pais sul forum di Ubuntu.

Continua a leggere