Tecnologia

Galaxy Tab 3 7.0 CyanogenMod 11 inizia il porting

Samsung Galaxy Tab 3 7.0

Samsung Galaxy Tab 3 7.0

 

E’ di ieri il post di  gr8nolesu xdadevelopers in cui lo sviluppatore comunica di aver iniziato il porting della ROM Cyanogenmod 11 per il tablet bestseller di Samsung, fermo alla release 4.1.2 di Android.

Al momento lo sviluppo è nelle fasi iniziali ma è già possibile fare i primi esperimenti ed installare il firmware sul tablet, anche se i problemi a cui far fronte ne rendono l’utilizzo quotidiano ancora lontano.

A breve altre notizie

In arrivo il nuovo server!

PowerEdge T105Un paio di giorni fa ho piazzato l’ordine a Dell per il nuovo server che rimpiazzerà quello che attualmente utilizzo in ufficio. Al momento il sistema fa girare Samba (file server), Apache2+WebDAV (file server remoto), mySQL e OpenLDAP. L’hardware è “impressionante”: processore AMD Duron da 900Mhz, 128Mb di Ram lenta, disco fisso a 5400rpm da 30GB! A tenere insieme la baracca è una vecchia installazione di Ubuntu Dapper, mantenuta aggiornata e agile.

Il nuovo bimbo, invece, è un fiammante PowerEdge T105 targato Dell con processore AMD Opteron DualCore da 2200Mhz, 521Mb di ram veloce, 2 dischi fissi SATA da 250GB ciascuno, per la cifra finale di 222,00€ a cui aggiungerne un centinaio per spese di spedizione e il 20% di IVA. Mica male!

La scelta del nuovo server si è resa necessaria fondamentalmente per questioni di sicurezza dovute alla anzianità dell’ hardware usato al momento. Dati i prezzi da svendita poi, i due dischi SATA sono l’ideale per un bel RAID 1 via software.

Ho già letto in rete di alcuni problemi con grub e altre amenità relative a questa scelta: in via del tutto teorica al momento avrei optato per questa procedura: installazione di Ubuntu su un solo disco; installazione di LILO, replica dei pacchetti installati dal vecchio server al nuovo (dpkg –get-selections & dpkg –set-selections), creazione del RAID (degradato) sul disco inutilizzato, migrazione di tutto il sistema su RAID 1.

Qualsiasi commento è – ovviamente – gradito.

MoFuse: rendi il tuo sito accessibile ai cellulari (+ inviti).

Mofuse.com è un servizio che permette di generare un sito accessibile alle periferiche mobili (cellulari, smartphones, ecc …) a partire da un feed valido. Una volta inserito il titolo che vogliamo dare al sito l’indirizzo del feed, MoFuse ci mette a disposizione un url del tipo `http://m.mofuse.com/keltik` verso cui indirizzare i dispositivi mobili.

Continue reading

Installare un lettore di SmartCard SCM con Debian GNU/Linux

La mia banca utilizza un sistema basato su smart card per la firma digitale delle disposizioni. Tra i vari lettori di smart card forniti ai clienti ci sono anche gli SCR355 e SCR355-A prodotti da SCM.

Installare i driver ed il software per poter usare questo tipo di lettori con Debian GNU/Linux è semplicissimo. Non dobbiamo fare altro che impartire questo comando:
 # apt-get install libccid pcscd

Con questo comando stiamo installando i drivers per il lettore di smart card (libccid) ed un programma (pcscd) che controlla quando viene collegato il lettore alla porta usb.

Apache & webDAV + Samba. Just for fun!

UPDATE: ho finalmente risolto i problemi legati all’ autenticazione degli utenti. Ovviamente ho problemi legati all’ autenticazione dei client Windows, ma è un problema noto e relativo proprio ai clients di Microsoft.

Ieri notte non riuscivo a prendere sonno e tra i mille pensieri classici ho pensato a un sistema per poter accedere al file server in ufficio da una postazione remota qualsiasi.

Fino ad oggi ho utilizzato sftp, ma incontravo alcuni problemi:

      1) non è il massimo della trasparenza e non è assoltamente a prova di utonto;
      2) dovevo provvedere a spostare i files caricati dalle varie homes verso le shares corrette, con un occhio di riguardo ai permessi

Visto che le shares sono accessibili (in sola lettura) via web tramite Apache, ho pensato che la soluzione migliore è WebDAV. Samba utilizza l’ utente di Apache e le shares sono definite come aliases del server web e via dicendo.

Al momento ho grossi problemi (credo mentali) con l’ autenticazione degli utenti sia da parte dei client Windows che per quel che riguarda directory per cui è prevista l’ autenticazione degli utenti (via .htaccess).

Qualche idea?